Pier Luigi Bersani si lancia (strano?) contro Silvio Berlusconi. Il Segretario del Pd lancia in rete la sua invettiva contro il leader del Pdl e questa volta prende come spunto l’acquisto di SuperMario Balotelli e utilizza Twitter come palcoscenico per lanciare la sua invettiva: “Io giro per l’Italia e lui pensa a Balotelli”.

Come dire: in altri tempi forse l’acquisto dell’attaccante del Manchester City da parte del presidente del Milan sarebbe passato inosservato ai cronisti non sportivi e a tutti coloro che non hanno legami con il calcio. Ma sotto elezioni, si sa, tutto è lecito. E tutto è utile per fare polemica e lanciarsi contro l’avversario. E ben lo sa Pier Luigi Bersani, che vede l’acquisto del talentuoso giocatore come un ulteriore tentativo, da parte dell’ex Premier, per risalire la china nei sondaggi in vista delle prossime elezioni.

E’ di qualche settimana fa, infatti, la frase dello stesso Silvio Berlusconi: “Balotelli è una mela marcia”. Ora la mela marcia in questione se l’è portata in casa. Cos’è successo? “Ognuno fa campagna elettorale come crede: oggi ho incontrato la gente #Padova e #Mestre. Berlusconi ha trattato per Balotelli“. Questo il concetto rilanciato su Twitter da Bersani, che poco prima, alla riunione degli europarlamentari socialisti e democratici a Trieste, aveva ribadito: “Negli ultimi due giorni ho fatto oltre un migliaio di chilometri in giro per l’Italia. In questa stessa giornata Berlusconi ha passato diverse ore con il procuratore di Balotelli per vedere se sotto le elezioni riesce a fare questo colpo”. De gustibus…