Un PD in difficoltà e con spaccature interne ha portato ai risultati non proprio eclatanti dei ballottaggi nei 111 Comuni italiani, come sottolinea l’ex premier Matteo Renzi.

A sorprendere maggiormente è il risultato di Genova, dove Marco Bucci, il neo sindaco, ha vinto superando Gianni Crivello del centrosinistra. Idem per La Spezia, dove il secondo turno ha fatto trionfare Peracchini del centrodestra su Manfredini del centrosinistra. Anche Padova passa nelle mani del centrosinistra con Giordani che supera Bitonci. Resta al centrosinistra anche Taranto, dove a vincere è Rinaldo Melucci con il 50,91% dei voti contro i 49,09% della sfidante Stefania Baldassarri.

Confermato a Parma Federico Pizzarotti, ex del Movimento 5 Stelle che si è candidato con una lista civica superando Paolo Scarpa del centrosinistra. Verona vede invece trionfare la Lega Nord con Federico Sboarina, ex assessore del sindaco uscente. Battuta la fidanzata di Tosi Patrizia Bisinella. Ancora centrodestra vincente anche a L’Aquila dove Americo di Benedetto, del centrosinistra, esce per lasciare la poltrona di sindaco Pierluigi Biondi, del centrodestra.

Stessa sorte anche nelle città di Catanzaro, Pistoia e Piacenza dove vincono rispettivamente Sergio Abramo, Alessandro Tomasi e Barbieri, entrambi del centrodestra. Anche a Gorizia Rodolfo Ziberna, con lista Forza Italia si conquista la poltrona di sindaco.