Ilona Staller ritorna a fare politica, candidandosi alle prossime comunali di Roma nella lista del Partito Liberale Italiano. L’ex porno-attrice, conosciuta nel mondo dell’hard con il nome d’arte di Cicciolina, appoggerà il Pli “condividendone il programma politico e in particolare l’impegno per i diritti civili”.

Per lei si tratta di un ritorno attivo in politica, visto che già nel 1987 era riuscita ad entrare in Parlamento con il Partito Radicale. Il suo grido di battaglia e i suoi obiettivi sono chiari: “Portare avanti proposte sul riconoscimento legale delle coppie di fatto, la legalizzazione della prostituzione, la liberalizzazione delle droghe leggere, la tutela della dignità dei detenuti”. Già nel la Staller si era candidata nella lista “I Libertari” alle comunali di Monza, poi aveva pensato di concorrere anche a sindaco di Milano, fondando un partito, Democrazia Natura Amore. Ma poi non se ne fece nulla. Ora, ecco la sua candidatura per Roma dopo l’incontro con il segretario del Pli, Stefano de Luca, il presidente Enzo Palumbo e il presidente dell’associazione Liberalitalia, Edoardo de Blasio.

La sua carriera politica è lunga, iniziata nel 1979 con la prima candidatura nella Lista del Sole. Ci riprova nel 1985 (Partito Radicale), riuscendo ad entrare in Parlamento nel 1987 con 20.000 preferenze, seconda solo al leader Marco Pannella. Ha tentato anche la scalata al Parlamento Ungherese, ma senza successo. Le sue battaglie sono sempre rimaste le stesse, segno di grande coerenza: depenalizzazione della droghe leggere, liberalizzazione della prostituzione, libertà sessuale dei carcerati, lotta alla violenza e all’uso indiscriminato degli animali negli esperimenti scientifici.