Prima, concreta, verifica per il Premier Matteo Renzi. Il 25 e 26 maggio ci saranno le elezioni europee e l’attuale segretario del Partito Democratico, ovviamente, lancia la candidatura dei suoi: “Mancano 20 giorni alle elezioni e il Pd deve avere la forza e il coraggio di scegliere il luogo nel quale andare a vincere le elezioni e questo luogo è la piazza – le sue parole – vorrei non commettessimo nessun errore di timidezza nel ricordare che il 25 maggio è un passaggio che vede nel Pd il punto di riferimento più forte”.

Poi prosegue: “Il 17 e il 18 maggio ci sarà una mobilitazione straordinaria del Pd con 10mila banchetti in tutti i comuni – le sue parole – chiudo l’ultima settimana tra Bari e Firenze, in piazza. Con Firenze facciamo anche Prato”. Poi sulle europee: “E’ un derby tra rabbia e speranza, tra chi scommette che ce la possiamo fare e chi no. Prima avevamo falchi e colombe, ora i gufi e gli sciacalli che si buttano su ogni evento per dire che non ce la faremo mai, che non ci sono più istituzioni”.

LEGGI ANCHE

Elezioni amministrative 2014: quando si vota e cosa si vota

Elezioni europee 2014: Berlusconi fiducioso, i giudici e Renzi nel mirino

Elezioni Europee Grillo: nuovo attacco a Napolitano, “Vada in ospizio”