Le prime dichiarazioni ufficiali di Silvio Berlusconi all’indomani dellesito elettorale arrivano con un video messaggio lasciato sul sito internet del Pdl. Le sue idee rispetto al da farsi, però, risultano essere ancora un po’ confuse: “Nei prossimi giorni dovremo riflettere sugli scenari politici e sulle proposte per il futuro del Paese: nessuna forza politica responsabile può ignorare il valore della governabilità“.

Quindi continua: “Solo dopo il 15 marzo il presidente della Repubblica potrà avviare le consultazioni per la formazione del governo: sono i tempi delle istituzioni, ma sono troppo lunghi, e per questo vogliamo riformarli”. Il leader del Pdl spiega poi la sua unica convinzione: “se un messaggio di stabilità non verrà lanciato prima – avverte – rischiamo di pagare un prezzo troppo alto. Perciò spetta alle forze politiche, nella loro autonomia e responsabilità, il compito di cominciare a dipanare la matassa della legislatura non ancora iniziata”.

Per concludere Berlusconi ha ringraziato gli elettori che lo hanno supportato in questo risultato elettorale rinnovando il suo impegno di “fare ogni sforzo per rovesciare la politica austera e senza crescita che ci ha inchiodato alla recessione“, e ribadendo le sue promesse. “Per quanto mi riguarda – ha tenuto a precisare – farò di tutto per consentire al Paese di cambiare rotta, si deve aprire la fase di alleggerimento fiscale. Per noi ogni discorso deve partire da qui. Una svolta nella politica economica è un punto irrinunciabile del governo del Paese. Repentina, infine, deve essere la riforma delle istituzioni“.