Dalla propaganda irruente delle Femen alle innumerevoli battute che circolano su Twitter; dall’assalto dei fotografi all’invito alla scrutatrice seriosa: non c’è niente da fare; ogni volta che Sivio Berlusconi si muove, succede sempre qualcosa di eccessivo. Prima dell’assalto da parte delle scalmanate ucraine in topless, il Cavaliere ha fatto il consueto bagno di attenzione mediatica nel seggio in cui ha votato. L’invasione, pacifica ma frenetica, di fotografi e video operatori prima e dopo il suo voto ha visto anche un siparietto, in cui l’ex presidente del Consiglio ha invitato a sorridere più spesso una scrutatrice che ha mantenuto un’espressione imbronciata per tutto il tempo dello “show”, evidentemente sommersa dal frastuono mediatico.

E in rete si sprecano insulti, propaganda contro e sarcasmo, come quello sul profilo Twitter della falsa Veronica Lario; un tweet che è rimasto a lungo in testa tra i top con hashtag #elezioni 2013: “Dopo 19 anni ho avuto il coraggio di separarmene! Dopo 19 anni fatelo anche voi, per il bene vostro e del Paese!”.

Guida al voto: tutte le informazioni utili

I programmi elettorali

Il voto simbolico degli studenti Erasmus