Si sono aperti alle 7 di questa mattina i seggi per le elezioni regionali in Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Umbria, Campania e Puglia. Sempre oggi è previsto il voto per ben 742 comuni, tra cui Venezia, Rovigo, Lecco, Mantova, Arezzo, Fermo, Macerata, Chieti, Andria, Trani, Matera, Vibo Valentia, Agrigento, Enna, Sanluri, Nuoro e Tempio Pausania. E’ possibile votare fino alle 23 di questa sera mentre in Sicilia, invece, i seggi saranno aperti dalle 8 alle 22 e dalle 7 alle 15 di domani.

L’election day che oggi riguarderà oltre 23 milioni di cittadini italiani ha già dato i primi dati riguardanti l’affluenza dei votanti alle urne. Alle 12 di oggi, infatti, è stata stimata un’affluenza del 15,75% nelle regioni di Veneto, Liguria, Umbria e Campania per le elezioni regionali, dato in aumento quasi ovunque rispetto al 2010 quando però si voto in due giorni. Stando ai dati forniti dal Viminale, l’affluenza per le amministrative è stata del 20,27%.

Anche presidente del Consiglio Matteo Renzi ha votato oggi a mezzogiorno alla sezione numero 3 alla scuola De Amicis a Pontassieve di Firenze, accompagnato dalla moglie Agnese, con la quale ha salutato tutti gli scrutatori e il presidente del seggio, presentando il suo documento e la sua scheda elettorale depositandola nell’urna.

Tanti anche gli altri politici che si sono recati questa mattina alle urne tra cui il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, che ha votato presso il seggio di Laterina (Arezzo), Flavio Tosi al seggio elettorale per le votazioni regionali in Veneto, Marzana (Verona), il leader del M5S, Beppe Grillo, a Genova, il sindaco di Firenze Dario Nardella nella scuola Villani, nel capoluogo toscano e tanti altri ancora.