Stavo navigando in internet e mi sono imbattuta in una foto postata da Renzo Rosso dalla sua Bassano che ritraeva Kanye West, Elisabetta Canalis e Kim Kardashian. Una foto semplice, molto naturale, senza trucco, e soprattutto senza photoshop. Siamo abituati a vedere le due artiste in versione femme fatale ed è forse questo che ha scatenato i migliaia di commenti che potete andare a leggere sotto la foto che le ritrae nella pagina di Renzo Rosso, patron Diesel.

Moreno scrive: “Canalis, mangia un po’ di più !! I pantaloni sembrano vuoti dentro!!!!”, Andy invece: “Kim presta un po’ di culo a quell’anoressica”. Perché tanto accanimento alla fisicità? Semplice, siamo abituati a vedere le loro immagini nei media, con photoshop annesso. Da una parte le forme vengono modellate in eccesso, dall’altro in difetto, rendendo così Elisabetta e Kim donne dal fascino e dal sex appeal irraggiungibile. E’ innegabile che anche in versione acqua e sapone siano due bellissime donne, ma siamo proprio sicuri che programmi come photoshop siano ancora essenziali? Indubbiamente leggendo i commenti possiamo dire che le immagini troppo lavorate siano un boomerang: appena c’è stata occasione di vederle immortalate senza i trucchi del settore diventano improvvisamente donne normalissime con i loro pregi e i loro difetti.

Donne, coraggio, la perfezione non esiste… E per chi volesse raggiungere qualche ideale di perfezione, ricordate che c’è sempre photoshop!

(Seguite Elisa anche sul suo sito ufficiale: Elisadospina.com!)

Leggete anche:
Legge contro Anoressia in Israele: un passo forte e importante per la moda.

e-Commerce: una realtà che conosce poco la crisi.

Pubblicità volgari: quando lo slogan mortifica le donne.

Moda e web, fashion blogger o modelle di internet?