Italia nella morsa degli incendi, con oltre cinquecento interventi effettuati praticamente tutte le regioni. Di questi oltre cinquecento interventi, più di duecento avrebbero costretto i vigili del fuoco ad intervenire in zone vegetative. Da giorni ormai, diverse Regioni stanno vivendo situazioni davvero drammatiche: la Campania ad esempio, per una serie di incendi scoppiati nella zona del Vesuvio oppure la Sicilia, dove è stato sgomberato un villaggio turistico a San Vito Lo Capo e dove a Sciacca si è temuto per il centro abitato.

Le situazioni più difficoltose si starebbero verificando in alcune Regioni in particolare. In queste sarebbero stati richiesti ben diciannove interventi aerei così suddivisi: quattro in Campania e Calabria, tre in Sardegna e in Sicilia, due nel Lazio e uno in Umbria, Basilicata e Puglia. Il fronte di emergenza incendi lo si sta affrontando anche grazie all’aiuto di un canadair francese e della Marina militare italiana, quest’ultima impegnata soprattutto sugli incendi che stanno mettendo a rischio i boschi.

Tra le singole situazioni da segnalare, quella che riguarda i cittadini di Sciacca (in Sicilia), molti dei quali sono stati evacuati dalle proprie abitazioni. Alcune persone sono rimaste intossicate dal fumo e hanno avuto necessità di essere soccorse da personale medico. In Toscana paura per un rogo scoppiato a Castiglione della Pescaia (in provincia di Grosseto) mentre la situazione è tesa anche in Sardegna ed in particolare nella zona di Budoni (provincia di Sassari), Loculi e Irgoli (provincia di Nuoro) e Ala dei Sardi (provincia di Olbia-Tempio Pausania). Sempre in Sardegna, sarebbero stati evacuati alcuni villaggi nella zona di San Teodoro.