A fine Febbraio, a Londra, si terrà una conferenza internazionale sulla pirateria marittima, incentrata in particolare su quella somala che colpisce le imbarcazioni in transito nella zona dell’oceano Indiano, alla portata delle imbarcaizoni provenienti dalla costa della Somalia, le cui autorità non sono in grado di limitare il fenomeno. Tuttavia, vista l’assidua e violenta minaccia rappresentata da questi delinquenti, che si concretizza in numerosissimi sequestri di navi, merci e, soprattutto, persone, non si può aspettare la conferenza di Londra per fare un punto della situazione. Per questo motivo l’ultimo giorno del 2011 è stato deciso che a Nairobi, in Kenya, i prossimi 9 e 10 febbraio, si terrà un incontro preparatorio a quello londinese, nel quale i capi di Stato, affrontaranno le tematiche più urgenti circa l’argomento. Ricordiamo che per contrastare il fenomeno dei pirati la Nato ha predisposto una apposita missione internazionale (Ocean Shield) e che solo nel passato 2011 sono state almeno tre le navi italiane sequestrate.