L’emergenza smog è sempre più pressante: la pioggia tarda a farsi attendere, i livelli di polveri sottili nell’aria sforano sempre di più i limiti massimi imposti e respirare mette sempre di più a rischio i cittadini. Per questo motivo le grandi città come Roma e Milano stanno pensando di procedere ad un blocco totale del traffico dopo Natale. L’emergenza smog sembra non aver affatto trovato dei giovamenti né dalla decisione del Campidoglio di procedere alle targhe alterne né dalle iniziative già intraprese dal Comune di Milano. Proprio quest’ultimo sarebbe stato il primo ad ipotizzare il blocco del traffico.

Per il momento di tratta solo di un’ipotesi da valutare ma che potrebbe essere presa seriamente in considerazione, qualora il meteo dovesse promettere dei cambiamenti che ne facciano scongiurare l’adozione. A confermare che l’ipotesi è anche più di una possibilità concreta è stato l’Assessore alla Mobilità del capoluogo lombardo, Pierfrancesco Maran. Decidere un blocco parziale del traffico avrebbe poco senso infatti: qualora la misura dovesse essere adottata per affrontare l’emergenza smog, si propenderà per il blocco totale.

Sulla stessa strada sembra incamminarsi anche il Comune di Roma, che sta cercando delle soluzioni per affrontare il problema. Una di queste è proprio il blocco totale del traffico, che potrebbe giungere qualora le condizioni atmosferiche dovessero restare oltre i limiti di sicurezza.
Purtroppo il blocco sembra essere ormai un’ipotesi poco scongiurabile: il meteo avrebbe infatti garantito assenza di pioggia fino a San Silvestro.