Emilio Fede non ha più una vita sessuale attiva. L’annuncio è stato dato proprio dall’81enne giornalista, che ai microfoni di Dagospia ha raccontato come, ormai, non abbia più erezioni: “Provo a volte un certo formicolio. Un solletichino. Della serie ‘fai un tentativo e provaci’ – le parole dell’ex direttore del Tg4 - a volte mi sopravvaluto, il desiderio prevale sul corpo, ma spesso il corpo non risponde”.

Non mi si alza più nulla

Non usa giri di parole il fedelissimo (o ex?) di Silvio Berlusconi, che ammette come ogni tanto faccia ricorso al viagra perché “alla mia età è un dovere farsi aiutare dalla scienza e dalla chimica. Nei primi cassetti delle mie scrivanie la pasticchina blu non manca mai”. Conosciuto come uomo al quale le donne sono sempre piaciute, affiancato spesso a questa o quella showgirl, l’attività sessuale di Emilio Fede è ormai rasente lo zero: “Se abuso di viagra poi ho problemi di ipertensione. Meglio farne un uso parco e mirato – prosegue Fede – da quando Mediaset mi ha licenziato non ho più libido. Non avrei un’erezione manco con una scatola intera. Sono in un momento della mia vita molto complesso. Oltre alla pressione non mi si alza più nulla”.

L’amore per Alfonso Signorini

Poi Fede parla di Alfonso Signorini: “Io lo amo – racconta – lui è l’uomo che avrei amato se fossi stato gay. Anzi credo che lo avrei chiesto in moglie se questo nostro Paese lo avesse permesso. Pensi che io sono stato il primo a sapere che era omosessuale. Lo abbracciai. E gli chiesi: “dimmi la verità: ma tu sei attivo o passivo? E lui mi ripose: “Direttore io sono una passiva. Ovvio. Però quanto dolore prenderlo nel culo”.