L’annuncio – e non poteva essere altrimenti – è arrivato durante una trasmissione su Radio Radicale. Emma Bonino, la principale leader radicale insieme a Marco Pannella ha annunciato di avere un cancro al polmone sinistro.

Come spiega lei stessa “si tratta di una forma localizzata e ancora asintomatica, ma ciononostante richiederà un trattamento lungo e complesso di chemioterapia che è già stato iniziato e che durerà almeno 6 mesi“. Le cure mediche non le faranno interrompere la sua attività politica, “però è chiaro che le mie attività dovranno essere organizzate in base alle esigenze mediche cui è necessario dare in questo momento una priorità assoluta, cosa non facile anche per me“.

Sulla sua malattia ha fatto tre commenti. “Il primo è rivolto agli operatori dei media: vi pregherei di rispettare questa situazione senza mettersi a fare indagini o robe varie“. Il secondo riguarda “a tutti coloro che in Italia e altrove affrontano questa o altre prove voglio solamente dire che dobbiamo tutti sforzarci di essere persone e di voler vivere liberi fino alla fine, insomma io non sono il mio tumore e voi neppure siete la vostra malattia, dobbiamo solamente pensare che siamo persone che affrontano una sfida che è capitata“.

La conclusione non può che riguardare la sua creatura: “dovrò ridurre le mie attività ma spero che il vostro affetto e incoraggiamento si trasformino in iscrizioni ai radicali e al Partito Radicale, che possono essere simpatici o meno, non li avete mai apprezzati moltissimo, ma forse è arrivato il momento di dirvi che le battaglie che portiamo avanti, che portano avanti, magari oggi sembrano marginali ma invece sono fondamentali per la vita di tutti e per la democrazia, in particolare in questo momento così difficile per il mondo“.

L’unico commento che si può fare è che ha dimostrato ancora una volta di essere prima di tutto una gran donna, prima di un gran politico. E che sul suo nome si potrebbe arrivare ad una rapida soluzione al problema elezione del nuovo Presidente della Repubblica.

photo credit: UK in Italy via photopin cc