La persona più vecchia d’Italia e d’Europa, seconda nel mondo dopo l’americana Susannah Mushatt Jones, domenica scorsa ha compiuto ben 116 anni. Si chiama Emma Morano, nata il 29 novembre 1899 a Civiasco, in provincia di Vercelli. Da ragazzina Emma si trasferì a Verbania sul Lago Maggiore, ed è lì che ha sempre vissuto fino ad ora.

Anni fa un medico le diagnosticò l’anemia e per questo la donna non ha mai alterato la sua dieta che prevede tre uova crude al giorno, da qualche tempo diventate due, con l’aggiunta di un po’ di carne macinata sempre cruda, un piatto di pastina in brodo e una banana. Un vero e proprio elisir di lungo vita anche se la vecchietta è sicuramente stata aiutata da un fattore genetico, come ha spiegato il direttore dell’Istituto sulla Longevità presso l’Università della California Valter Longo, tenendo conto che due delle sue sorelle sono scomparse a 100 e 102 anni. Ma alimentazione e DNA a parte, il segreto della longevità secondo Emma è stato ben altro, così come lei stessa ha raccontato qualche mese fa in un’intervista per il “New York Times”. Nel 1938, dopo la perdita del figlio di pochi mesi, la donna decise di lasciare il compagno e da quel momento in poi, nonostante i pretendenti, non ha mai più voluto risposarsi:

“Non ho più voluto essere comandata da nessuno”.

Una scelta radicale che, però, l’ha resa forte e indipendente tanto che ancora adesso vive da sola nelle sue due stanze sul Lago Maggiore senza nessuna badante nè aiuto esterno, ad eccezione della nipote che ogni mattina va a darle una mano a preparare da mangiare. Insomma, un bel traguardo per la signora ultracentenaria che, così, ha festeggiato il suo compleanno circondata dall’affetto di amici e parenti, ricevendo addirittura gli auguri speciali del Presidente della Repubblica Mattarella e la benedizione di Papa Francesco.