Si chiama Eric ed è nato il 26 febbraio scorso all’ospedale di Créteil, pesa 5,7 chili ed è alto 57 centimetri. Un bambino come gli altri solo che non esiste. Proprio così: per la legge lui non è venuto al mondo, la sua nascita non è stata trascritta nel Registro Civile di Crèteil.

Come spiega Anabela, la madre del bimbo, quando è andata a ritirare il certificato di nascita al comune le è stato detto che quest’ultimo non era mai stato emesso. Richiesta ignorata senza alcun motivo.

Per un motivo ancora sconosciuto, ma per il quale mi scuso, -ha spiegato il responsabile del servizio- il certificato di nascita non è stato preso in considerazione. Il direttore ha detto che prima di questo grave errore, ha contattato l’Alta Corte di Créteil per una soluzione”.

Alla donna sono stati quindi chiesti un certificato di nascita per cercare di risolvere la situazione, ma la Anabela è nata in Portogallo e per ricevere il certificato richiesto ha dovuto sborsare 68 euro oltre ad attendere un mese e mezzo.

Adesso a mamma e figlio non rimane che attendere e fino ad allora la donna non potrà chiedere alcun congedo maternità a lavoro né potrà usufruire dei benefit statali.

Fonte: Le Parisien