Ermanno Scervino svela la nuova campagna Primavera/Estate 2016 e come volto della Maion sceglie di nuovo Elisa Sednaoui, stavolta ritratta da Peter Lindbergh.

Teatro di un racconto in action dal sapore cinematografico: il deserto Californiano, alle porte di Los Angeles, ispirato a Zabriskie Point, capolavoro di Michelangelo Antonioni.

La magia del deserto e i colori che si confondono all’orizzonte esaltano la femminilità dei look Ermanno Scervino. Il celebre stilista sa riconoscere ed esaltare da sempre la femminilità di una donna attraverso le sue creazioni, secondo canoni estetici ben precisi.

La continua interazione tra conoscenza e sperimentazione si concretizza in un prodotto che unisce l’artigianato d’eccellenza all’innovazione. Così Ermanno Scervino lavora i materiali più pregiati accostandoli tra loro in maniera nuova, preziosa e glam.

Elisa si muove in uno scenario quasi lunare, selvaggio, tra la seduzione del pizzo e il glamour del tessuto mikado.

“Il senso di libertà è un sentimento molto forte nel deserto” racconta Ermanno Scervino “L’assenza di ostacoli alla vista è inebriante. Elisa, vestita di pizzo bianco è un sogno, uno stimolo a guardare verso il futuro, verso nuovi orizzonti”.

Protagonista maschile della campagna, Alan Jouban, pugile Americano e campione di arti marziali.