“Occorre ripensare l’esame di maturita’ e gli ultimi due anni delle scuole superiori in funzione dell’orientamento sul futuro. Si deve studiare per l’esame ma anche pensare a cosa si studiera’ e dove si lavorera’ dopo”.

Lo ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione e dell’Universita’ Maria Chiara Carrozza ai microfoni di Radio Capital.

Alla vigilia dell’esame di maturita’, il ministro si è espresso circa i progetti di riforma della scuola, spiegando che l’esame conclusivo deve essere impegnativo, ma non ci si deve concentrare solo su quello: “Gli studenti si devono allenare a misurare le proprie capacita’ e le proprie inclinazioni. Questo si deve fare sicuramente con degli stage, dei tirocini nel mondo del lavoro, negli ultimi due anni delle superiori, soprattutto per quanto riguarda gli studenti degli istituti professionali. Devono misurarsi per capire dove vogliono andare, perche’ oggi siamo poco efficienti, i ragazzi impiegano piu’ anni di quelli che dovrebbero per il percorso universitario e questo non va bene. Si deve scegliere bene prima e la scuola deve dare gli strumenti. Si deve studiare cio’ che piace e farlo bene e i ragazzi vanno aiutati nelle loro scelte”.

Per quanto riguarda i test di ingresso all’universita’, prosegue  il ministro Carrozza, “Noi non educhiamo abbastanza gli studenti a compiere queste scelte e non e’ un problema di sbarramento o di essere severi solo per essere severi. Il test serve all’autovalutazione.”

Stage e tirocini quindi le parole chiave secondo la nuova visione della scuola della Ministra Maria Chiara Carrozza, ma cosa dovremo aspettarci in termini pratici?

Lo stage è un periodo di formazione di breve durata che consiste nel temporaneo inserimento di un candidato in un luogo di lavoro allo con lo scopo di acquisire nuove competenze che arricchiscano arricchendo la formazione scolastica e si trasformino in crediti formativi. Lo stage è molto utile per orientarsi nel mondo del lavoro: da modo di capire infatti i propri obiettivi professionali e di farsi conoscere da potenziali datori di lavoro. La principale differenza che intercorre tra lo stage e il tirocinio è che se il primo costituisce un periodo di formazione volontaria, il secondo acquisisce carattere obbligatorio, in quanto inserito all’interno del piano di studi dei singoli istituti.

TUTTI I LINK UTILI PER LA MATURITA’:

Esami maturità 2013: occhio al calendario!

Bonus maturità: ecco come calcolarlo.

Ecco le tracce ufficiali del Miur e tutti i consigli per svolgere i temi.

Esami maturità 2013 seconda prova: tutto ciò che c’è da sapere per arrivare preparati.

Esami maturità 2013 terza prova: tutto ciò che c’è da sapere per arrivare preparati.

Esami di maturità 2013: come trovare le soluzioni, ecco l’app che ti aiuta.