Manca meno di un mese all’inizio della maturità 2014 e, come ogni anno, scatta in questo periodo la febbre da tototema (o totoesame che dir si voglia). Una scienza, si sa, tutt’altro che esatta, dato che le tracce resteranno segretissime fino al giorno della prova stessa, ma un ottimo modo per cercare di indovinare quali potrebbero essere gli argomenti oggetto d’esame è informarsi sulle ricorrenze importanti che l’anno porta con sé. Come sempre, l’analisi del testo sarà incentrata su un autore molto conosciuto con una poesia o un testo poco noti. Per quanto riguarda invece le altre tipologie di tracce, il 2014 ci viene in aiuto segnando la ricorrenza di moltissimi anniversari importanti in ambito culturale, storico ed economico.

Ecco dunque una selezione delle ricorrenze più papabili, che potrete utilizzare per allenarvi alla stesura dell’elaborato in oggetto, e perché no, magari ritrovandovi ad aver già sviluppato una delle tracce selezionate dal Miur per la prima prova 2014.

Di seguito le ricorrenze di rilievo di quest’anno:

10° anniversario per il terribile Tsunami che il 26 dicembre 2004 devastò il Sud-Est asiatico: verso la una di notte del 26 dicembre, sul fondo dell’Oceano Indiano si registra il violentissimo terremoto causa di onde anomale alte fino a quindici metri in tutto il Sud-Est asiatico. Oltre 200 mila le vittime stimate.

10° anniversario del lancio di Facebook: dopo aver superato il miliardo di utenti attivi, essere diventato il sito più visitato al mondo ed esser entrato nella vita di più di 26 milioni di italiani negli ultimi cinque anni, la creatura di Mark Zuckerberg ha compiuto 10 anni lo scorso 4 febbraio.

20° anniversario della morte di Nixon: 37º Presidente degli Stati Uniti d’America, si impegnò per il disimpegno dalla guerra del Vietnam, l’apertura alla Cina, l’anticomunismo, la libertà d’impresa, un parziale sostegno ai diritti civili, la lotta alle droghe illegali, le prime politiche ambientali e l’incremento dei fondi per la ricerca medica. Unico Presidente americano a dimettersi dalla carica nel 1974, in seguito allo Scandalo Watergate, fu anche il primo nato sulla West Coast (Barack Obama, che è il secondo)

25° anniversario del crollo del Muro di Berlino: il 9 novembre 1989 è una di quelle date che hanno cambiato il corso della Storia. La caduta del Muro di Berlino porta a compimento il processo di liberazione dallo spettro della guerra e la caduta dei totalitarismi europei. Il 9 novembre di 25 anni orsono, l’Europa si è identificata nel suo valore primo che è quello della democrazia e si è fondata nella comune aspirazione dei suoi cittadini alla libertà. Per la prima volta, dal Nord al Sud e dall’Atlantico agli Urali, l’Europa si è riconosciuta tutta nel valore della libertà.

25° anniversario della morte di Salvador Dalì: Esponente di rilievo delle avanguardie pittoriche del primo Novecento, Salvador Dalì è un fondamentale rappresentante del Surrealismo, movimento nato nel 1924 da quel che era rimasto del gruppo Dada. Cifra caratteristica della sua pittura è la ricerca della verità nella surrealtà, ovvero nelle manifestazioni dell’inconscio, nella dimensione propria del sogno e delle allucinazioni. Ne abbiamo parlato qui

25° anniversario della strage di Piazza Tienanmen: Le speranze della “primavera democratica” in Cina si spengono tra lo sdegno dell’opinione pubblica internazionale e la condanna dei governi occidentali. Dopo che Deng Xiaoping (pur artefice delle riforme economiche e dell’apertura della Cina verso l’Occidente) aveva dichiarato che bisognava fermare a tutti i costi la protesta degli studenti e degli intellettuali, il 20 maggio a Pechino viene proclamata la legge marziale e nella notte fra il 3 e il 4 giugno in piazza Tienanmen, epicentro della protesta democratica, avviene la strage.

50° anniversario dell’assegnazione del premio Nobel per la Pace a Martin Luther King: Unanimemente riconosciuto apostolo instancabile della resistenza non violenta, eroe e paladino dei reietti e degli emarginati, “redentore dalla faccia nera”, Martin Luther King si è sempre esposto in prima linea affinché fosse abbattuto nella realtà americana degli anni cinquanta e sessanta ogni sorta di pregiudizio etnico. Ha predicato l’ottimismo creativo dell’amore e della resistenza non violenta come alternativa sia alla rassegnazione passiva che alla reazione violenta. Il 14 ottobre 1964 il parlamento norvegese dichiarò Martin Luther King vincitore del Premio Nobel per la pace. Quando il 10 dicembre 1964 ottenne il premio, King, all’epoca trentacinquenne, era il più giovane nella storia del Nobel.

60° anniversario della nascita della Tv italiana: Il 3 gennaio 1954 iniziava ufficialmente la programmazione regolare della televisione italiana. Ad annunciarlo, Fulvia Colombo che, inquadrata dalle telecamere che trasmettevano in bianco e nero, scandiva le seguenti parole “La Rai, Radio televisione italiana, inizia oggi il suo regolare servizio di trasmissioni televisive”.

70° Anniversario della morte di Edvard Munch: tra i primi e più significativi esponenti della pittura espressionista europea, nella sua opera si trovano ricorrenti i temi legati all’angoscia esistenziale, alla crisi dei valori etici e religiosi, alla solitudine umana e all’incombere della morte. Ne abbiamo parlato qui

100° anniversario dello scoppio della Prima guerra mondiale: il conflitto si apre il 28 luglio 1914 con la dichiarazione di guerra dell’Impero austro-ungarico al Regno di Serbia in seguito all’assassinio dell’arciduca Francesco Ferdinando d’Asburgo-Este e si conclude quattro anni dopo, l’11 novembre 1918. Il conflitto vide schierarsi le maggiori potenze mondiali, e rispettive colonie, in due blocchi contrapposti: da una parte gli Imperi centrali (Germania, Austria-Ungheria, Impero ottomano) e la Bulgaria e dall’altra le potenze Alleate rappresentate da Francia, Regno Unito, Impero russo e Italia. Oltre 70 milioni di uomini furono mobilitati in tutto il mondo, di cui oltre 9 milioni caddero sui campi di battaglia, cui si aggiungono i 7 milioni di vittime civili, non solo per i diretti effetti delle operazioni belliche, ma anche per le conseguenti carestie ed epidemie.

125° anniversario della nascita di Hitler: politico austriaco naturalizzato tedesco, Cancelliere del Reich dal 1933 e dittatore, col titolo di Führer, della Germania dal 1934 al 1945, fu il capo del Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori, noto con il nome abbreviato di Partito Nazista, e il principale ideologo del nazionalsocialismo. Responsabile della morte di milioni di persone, Hitler fu autore di una politica di discriminazione che colpì vari gruppi etnici, politici e sociali (etnie romanì, popolazioni slave, testimoni di Geova, omosessuali, prigionieri di guerra, comunisti, oppositori politici, disabili fisici e mentali) e in particolar modo gli ebrei. Segregati sin dal 1933 dalla vita sociale ed economica del Paese, gli ebrei e le altre minoranze furono oggetto dal 1941 di un piano d’internamento ed eliminazione totale noto con il nome di “Soluzione finale”, al quale ci si è riferiti sin dall’immediato dopoguerra con il termine di Shoah o Olocausto.

450° anniversario della nascita di Galileo Galilei: nato a Pisa il 15 febbraio 1564, è oggi comunemente riconosciuto come il “padre della scienza moderna”. Fisico, filosofo, astronomo e matematico, il suo nome è associato ad importanti contributi per l’umanità intera: di primaria importanza risulta il suo ruolo nella rivoluzione astronomica, il suo sostegno al sistema eliocentrico e alla teoria copernicana, nonché all’introduzione del metodo scientifico (detto spesso anche metodo galileiano o metodo scientifico sperimentale). Ne abbiamo parlato qui

450° Anniversario della nascita di William Shakespeare: il 23 aprile 1564 nasceva il più importante scrittore di lingua inglese, universalmente ritenuto l’iniziatore del teatro moderno e il più eminente e misterioso drammaturgo dell’intera cultura occidentale. Ne abbiamo parlato qui

450° anniversario della morte di Michelangelo Buonarroti: il 18 febbraio di 450 anni fa moriva Michelangelo Buonarroti, famoso in tutto il mondo per i suoi capolavori sia nel campo della scultura, come il David e il Mosè, sia nell’architettura e nella pittura: un esempio su tutti il Giudizio Universale, che decora la parete di fondo della Cappella Sistina. Il 2014 è dunque stato dichiarato “l’anno di Michelangelo”. Ne abbiamo parlato qui

Molto caldi anche avvenimenti più recenti, come la morte di Nelson Mandela, avvenuta il 5 dicembre 2013 e quella del premio Nobel Gabriel Garcia Marquez, del 17 aprile scorso,come anche la canonizzazione dei papi Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII, ma che difficilmente potranno comparire tra le tracce della maturità 2014, dato che il ministero normalmente le elabora all’inizio dell’anno, tra gennaio e febbraio.

photo credit: Pragmagraphr via photopin cc