Un forte sentimento di amicizia e solidarietà ha spinto Giorgia Vezzani e Marcello Rizzello a esporre in commissione d’Esame la tesina di Amrik, un compagno disabile che può comunicare solo attraverso un computer.

Questa storia bellissima arriva dall’Istituto Manzoni di Suzzara, in provincia di Mantova, dove Amrik è arrivato cinque anni fa, così come ha raccontato la preside della scuola Paola Bruschi a “Repubblica”:

“Si era iscritto al liceo scientifico, opzione delle scienze applicate, nonostante la sua disabilità grave: non esistevano precedenti. Oggi ci auguriamo che il precedente sia lui! Sta già accadendo. Naturalmente il contesto deve essere flessibile e gli insegnanti di sostegno pensati fino in fondo come docenti dell’intera classe, per creare la necessaria osmosi tra tutti i ragazzi”.

Al termine del percorso scolastico, i due amici del ragazzo hanno così deciso di aiutarlo nella Maturità sostenendo al suo posto l’esame l’orale, una prova che per lui sarebbe stata impossibile da affrontare:

Amrik usa il computer per comunicare, ma i passaggi sono lenti, ci vuole tempo. Quando è con gli amici si esprime a gesti, sguardi  e sorrisi: è difficile da spiegare, ma lui si fa intendere e noi lo capiamo. Abbiamo esposto noi la sua tesina perchè ci sembrava giusto farlo: così ha concluso il suo percorso, con noi accanto, la nostra voce“.

La commissione non poteva che commuoversi per un gesto così pieno d’amore, tanto che adesso Giorgia e Marcello sono stati ribattezzati da tutt “gli angeli di Amrik“.