Che sia focalizzato sul fashion o sul beauty, quello delle blogger è un “ruolo” sempre più gettonato. Ecco quindi alcuni consigli utili, soprattutto per le fashion blogger alle prime armi, per capire come destreggiarsi nel grande mondo dei social network grazie ad un corretto utilizzo degli hashtag.

1) Prima di tutto, in qualsiasi caso, non usare miliardi di hashtag. Se hai limiti di caratteri su Twitter e di hashtag su Instagram ci sarà un motivo.

2) È  poi importante attenersi al contesto della foto. Se, ad esempio, ne posti una di un bel paio di scarpe e metti degli hashtag che riguardano cibo o persone famose a caso è pressoché inutile perché le persone che li cercano sono disinteressate al tuo tipo di foto.

3) Dato che su Instagram si ha un limite di 30 hashtag e su Twitter di 140 caratteri, focalizzati su quelli più importanti, quelli che sai che possono ricevere maggiori feedback. Alcuni dei più utilizzati in generale sono: #Fashion, #fashionblogger, #beautyblogger, #beauty, #instafashion, #blogger, #style e #stylish. Altri hashtag che riscontrano un buon feedback, se utilizzati nel giusto contesto sono: #Shoes, #Jewelry, #Accessories, #Mensfashion, #Streetstyle, #Clothes, #Clothing, #Model, #hairstyle, #heels.

4) Se invece il soggetto della foto è il proprio look, utilizza : #lookoftheday, #outfit, #ootd (outfit of the day), #ootn (outfit of the night), #notd (nails of the day), #wiwt (what i wore today), #motd (makeup of the day).

5) Se ti trovi ad eventi d’eccezione, come il lancio di un nuovo prodotto, oppure ad una sfilata, una fashion week, gli hashtag chiave sono quelli del brand e dell’evento. Esempio: se sono alla Fashion Week di Milano a vedere la sfilata di Ermanno Scervino, inserirò: #mfw #ermannoscervino #fashionshow, oppure taggando direttamente il brand: @escervino #fashionshow #mfw.

6) Ultimo, ma non meno importante, se hai già una buona schiera di followers inventa un tuo hashtag, utilizzando per esempio il nome del tuo blog, oppure di un progetto al quale stai lavorando, così che tutti possano trovare un punto di riferimento per vedere le tue foto. È praticamente inutile crearlo se si è ancora agli inizi, per via dei pochi seguaci, però tentar non nuoce mai.

photo credit: Joe St.Pierre // Joestpierrephoto.com via photopin cc