Dopo la paura di ieri (con 10 feriti lievi), continua l’eruzione dell’Etna che sta catalizzando l’attenzione di tutto il mondo. Tra i feriti, come vi abbiamo documentato, anche una troupe della BBC che si trovava sull’Etna per documentare questo spettacolare quanto spaventoso fenomeno. Per l’Etna – come riporta l’Ansa pochi minuti fa – un calo di energia nella notte e poi all’alba il ritorno al quadro eruttivo di ieri. La colata che emerge dalla bocca, apertasi nel nuovo cratere di Sud-est, è ben alimentata e il fronte ha superato il Belvedere dove ieri si è verificata l’esplosione che ha ferito lievemente 10 persone.

Etna show con lava, boati e cenere

Ancora presenti fontane di lava, boati ed emissioni di cenere con una colata lavica che si riversa nella Valle del Bove, deserta e ben lontana dai centri abitati. Nessun pericolo per la popolazione.

Eruzione Etna, nessuna catastrofe

Già emessa un’allerta rossa per gli spazi aerei: l’aeroporto di Catania, infatti, permette solo 5 atterraggi l’ora mentre non ci sono limitazioni per i decolli. Nessuna catastrofe, nessun dramma come ieri vi abbiamo spiegato: si è tratto di un brutto incidente che ha causato panico e paura ma che, alla fine, si è concluso nel migliore dei modi. Senza feriti gravi ma solo con escoriazioni e contusioni.