Nel corso della giornata di sabato la città di Marsiglia, che ha ospitato il match di Euro 2016 tra Russia e Inghilterra, si è trasformata in un vero e proprio campo di battaglia a causa di feroci scontri tra bande di hooligan.

L’incredibile e inaspettata scena di violenza urbana che si è scatenata intorno allo Stade Velodrome ha portato al gravissimo ferimento di uno dei fan della squadra inglese, un uomo di 51 anni che adesso si trova a lottare per la propria vita.

Nel corso di un tafferuglio con i sostenitori della team russo, dotati di coltelli e mazze di ferro, la vittima ha subito delle gravi lacerazioni alla testa. In tutto sarebbero stati circa centomila i tifosi arrivati per assistere alla partita di Euro 2016, con una percentuale di hooligan stimata intorno all’1%.

La tensione era già palpabile in città sin dal giorno precedente, quando sparuti gruppi di persone avevano iniziato a circolare per Marsiglia in evidente stato di ubriachezza e pronti a esplodere alla minima provocazione.

Dalle mattinata di ieri il tasso alcolico è cresciuto inverosimilmente tra i tifosi più scatenati e già nel pomeriggio la zona del Vieux Port ha visto un’altissima concentrazione di supporter inglesi e russi, la cui vicinanza ha scatenato una rissa di enormi dimensioni.

Impresa impossibile quella della polizia francese, che ha tentato di calmare gli animi con cariche e lanci di lacrimogeni: la strada è stata letteralmente coperta dalle bottiglie e si è assistito a un surreale lancio di sedie di mobilio dei bar che hanno continuato a fornire alcol agli hooligan.

Secondo la prefettura ci sono stati sei fermi e 31 persone sarebbero rimaste ferite, di cui almeno due in modo grave (del tifoso inglese in fin di vita si è già detto). Gli scontri hanno preceduto e poi seguito la partita, conclusasi con un pareggio all'ultimo minuto, e hanno riguardato tanto l'interno dello stadio quanto l'area intorno, arrivando a coinvolgere anche gli spazi interni della metropolitana.

La Uefa sta predisponendo un'azione disciplinare nei confronti della Russia in seguito al lancio di un fumogeno arrivato negli spalti dei tifosi della squadra di Slutsky. Alterati, gli hooligan russi hanno reagito dando vita a nuovi scontri nei quali sono rimasti feriti anche una donna e un bambino. // ]]>