E’ una storia quasi surreale quella accaduta ad Andria dove un uomo di 43 anni – agli arresti domiciliari – è uscito di casa a seguito di un’accesa lite con alcuni parenti ma si è perso nelle campagne circostanti al punto da essere costretto a chiamare i carabinieri per essere ritrovato e “salvato”. Dopo poche ore, infatti, è stato intercettato dai militari mentre vagava nei campi e così è stato arrestato per evasione.

Evade dai domiciliari a seguito di una lite

L’arrestato avrebbe commesso una rapina a Foggia e per questo motivo – in un primo momento – era finito agli arresti domiciliari. Stando alle prime indiscrezioni, l’uomo prima ha chiamato il 112 annunciando la sua volontà di allontanarsi da casa a seguito di una forte lite con i parenti. Poi, quando i carabinieri sono andati a controllare presso la sua abitazione, non hanno trovato né lui né i suoi familiari. Dopo pochi minuti l’arrivo della telefonata in cui l’uomo chiedeva aiuto ai militari poiché si era perso nelle campagne circostanti e non sapeva più come tornare indietro.

Evade dai domiciliari ma si perde

L’uomo, originario di Andria, è stato ritrovato a 5 chilometri dalla sua abitazione e per lui sono scattate immediatamente le manette per evasione.