Per l’Expo 2015 in partenza tra pochi giorni sono stati già inseriti oltre 160 eventi nel calendario della manifestazione – che è stato reso pubblico durante la tappa di Pompei dell’Expo delle idee. E conso il nostro ministro degli Esteri Paolo Gentiloni all’inaugurazione dell’Expo – prevista per il 1 maggio – è prevista la presenza di diversi Capi di Stato esteri. La presenza dei leader dei paesi partecipanti alla manifestazione sarebbe richiesta in particolare nei giorni che il calendario di Expo dedica ai loro paesi.

Per cui lo zar Vladimir Putin è atteso nel giorno dedicato alla Russia – ovvero il 10 giugno -, mentre Francois Hollande dovrebbe invece arrivare nel giorno della Francia – 21 giugno -, tre giorni prima verrà invece festeggiata la Germania. Al centro della manifestazione dovrebbe però esserci soprattutto la Cina, con una giornata sul turismo cinese – 22 maggio -, il giorno nazionale – 8 giugno -, più una settimana dedicata a Pechino e una a Shanghai – sempre tra i mesi di maggio e giugno. Per l’Expo non c’è ancora una una giornata dedicata all’Italia – finora comunque nessuno ha prenotato il 2 giugno, data in cui dovrebbe essere inaugurato l’allestimento realizzato per Expo dal premio Oscar Dante Ferretti.

Più in generale dobbiamo anche aggiungere che quello delle giornate nazionali è solo uno dei quattro filoni cui verranno distinti gli eventi dell’Expo. Un altro tema sarà dedicato agli approfondimenti necessari per arrivare alla consegna della Carta di Milano al segretario Onu Ban-Ki Moon il 16 ottobre – la consegna avverrà ovviamente all’Expo.Ci sarà la giornata dell’Europa il 9 maggio – sono previsti eventi anche fuori dalla sede dell’Expo -, il convegno dell’organizzazione mondiale degli agricoltori (3 giugno), la giornata mondiale degli indigeni, il forum dei ministri della Cultura – che prevede la partecipazione di ministri da 140 Paesi -, il Nelson Mandela International Day. Al mondo femminile – sotto il cappello A Women for Expo – sono invece dedicati incontri come il forum Aspen su Sicurezza alimentare, nutrizione e salute globale e la riunione del 10 luglio – siamo a 20 anni dalla conferenza delle donne di Pechino, organizzata dall’Onu – a cui dovrebbe partecipare la candidata democratica alla presidenza Usa Hillary Clinton.

Ci sarà spazio per le feste, visto che è prevista una notte bianca del cinema e del teatro il 20 giugno. oltre ad appuntamenti dedicati a prodotti e produttori di latte, pane, pizza, vino, olio etc etc.