Finalmente la mascotte di Expo 2015 ha un nome: Foody. L’annuncio è di Giuseppe Sala, commissario unico dell’evento, dal Castello Sforzesco milanese insieme al governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni e il sindaco Giuliano Pisapia.

Foody nasce dalla fantasia della Disney, che unendo una serie di alimenti, ha generato un viso che richiama la teste del pittore milanese Giuseppe Arcimboldo, noto per le sue stravaganti  Teste composte. Il volto della mascotte di Expo 2015 infatti, è composto da 11 piccoli visi-alimenti, a loro volta battezzati con differenti nomi: dalla banana ‘Josephine’ al fico ‘Rodolfo’,  la melagrana ‘Chicca’ e l’arancia ‘Arabella, l’aglio ’Guagliò e l’anguria ‘Gury’, il mango ‘Manghy’, i ravanelli ‘Rap brothers’, la pera ‘Piera’ fino alla pannocchia di mais blu ‘Max Mais e la mela ‘Pomina.

Non è un caso che la mascotte sia pensata e composta dai frutti della terra, in quanto anche la stessa mascotte ripropone il tema dell’esposizione: ’Nutrire il pianeta. Energia per la vita‘.  Ora che anche la mascotte di Expo 2015 ha un nome, non resta che attendere l’inizio dell’evento tanto atteso da tutti gli italiani.

Credit photo: @Expo2015Milano

Raffaele Romeo Arena su Twitter, GooglePlus e Facebook