A meno di un anno dell’inaugurazione di EXPO 2015, l’area milanese destinata ad ospitare la manifestazione è un vero cantiere a cielo aperto. Tra la realizzazione di tutte le opere accessorie e servizi, come strade e ponti, i primi padiglioni prendono forma.

Il padiglione Italia presentato a Novembre 2013 (qui puoi trovare la presentazione del Padiglione Italia), trova il suo punto di ispirazione nel tema della stessa manifestazione: Nutrire il pianeta. E’ giunto ora il momento di conoscere i suoi spazi interni, come cioè si snocciolerà il percorso all’interno dell’edificio destinato ad esporre il Belpaese. L’icona del padiglione italiano per EXPO 2015, sarà una torre in acciaio e legno alta 35 metri, che sarà collocata al centro di un lago. Il manufatto si ispira al disegno michelangiolesco per piazza del Campidoglio a Roma, e rappresenta l’Albero della Vita.

L’idea è di Marco Balich, il direttore artistico di Padiglione Italia. Intervistato, descrive le sue scelte stilistiche come dettate dall’identità italiana composta da mille sfaccettature; serve quindi puntare in alto cercando un qualcosa che sia sopra tutto, che vada oltre il semplice senso di appartenenza con la Nazionale di Calcio. Gli fa eco a questo senso di squadra Diana Bracco, Commissario per il Padiglione Italia, che affida a questo importante evento un punto di coesione e base di ripartenza per la nostra martoriata economia. Di seguito il video di presentazione.

Il percorso espositivo interno del Padiglione Italia, sarà un vero e proprio viaggio allegorico tra le diversità che si incontrano lungo lo Stivale. Il percorso si aprirà con immagini provenienti da tre monitor collegati con altrettanti mercati italiani come la Vucciria di Palermo, Rialto a Venezia e Campo dei Fiori a Roma. Altra tappa importante all’interno del padiglione Italia per Expo 2015, sarà un’installazione di arte contemporanea che proporrà un’interessante relazione cibo-uomo-territorio. A chiudere il percorso, un’altra opera d’arte italiana: ancora la Vucciria. Questa volta però attraverso la tela del pittore siciliano Renato Guttuso. Dopo le immagini in diretta dai monitor quindi, il visitatore sarà investito dai colori e dal crudo realismo dell’opera del pittore italiano.