Il general manager del progetto Expo 2015 di Milano Angelo Paris, direttore pianificazione e acquisti della società omonima, è stato arrestato l’8 maggio. Il provvedimento firmato dal Gip milanese Fabio Antezza riguarda l’inchiesta per reati contro la pubblica amministrazione condotta dai Pm Claudio Gittardi e Antonio D’Alessio. In sostanza, i magistrati sospettano che diversi appalti legati ai lavori per l’esposizione internazionale del prossimo anno (foto by InfoPhoto) siano stati pilotati.

Paris è accusato di aver favorito un costruttore di riferimento ad alcuni faccendieri, secondo alcune intercettazioni telefoniche. L’inchiesta coinvolge diversi personaggi del mondo politico. Oltre a Paris sono infatti stati arrestati Luigi Grillo, ex senatore di Forza Italia; Gianstefano Frigerio, ex segretario regionale della Democrazia Cristiana e successivamente parlamentare di Forza Italia, condannato per le vicende di Tangentopoli; Primo Greganti, ex funzionario di Pci e Pds, condannato nell’inchiesta Mani pulite per finanziamento illecito ai partiti; divenne famoso all’epoca come “Il compagno G”, per aver sempre negato che una maxitangente di oltre un miliardo di lire fosse destinata al partito.