Con temine fabbrica (dal lat. fabrĭca “mestiere; lavorazione; officina”, der. di faber “fabbro”) si intende generalmente lo stabilimento o insieme di edifici in cui si svolge una produzione di tipo industriale (es. “fabbrica di automobili”; “una fabbrica in cui lavoraro 1000 operai”; ecc.). La parola può tuttavia assumere differenti significati a seconda dei contesti d’ uso. Storicamente, ad esempio, in contrapposizione alla produzione manifatturiera ed artigianale, il termine fabbrica designa un particolare modo di organizzare la produzione, basato sulla divisione del lavoro e l’ utilizzo di macchine. Se si parla invece di “fabbrica del Duomo”, la locuzione si riferisce ad un lavoro che pare interminabile, lunghissimo, che si perpetua nel tempo. E’ poi possibile utilizzare il termine non solo in riferimento all’ edificio in cui si produce qualcosa, ma anche alla produzione stessa; l’attività, l’opera di fabbricare (es. “la fabbrica delle idee”; “la f. d’un palazzo”), come anche a qualsiasi edificio in corso di costruzione. “Acquistare al costo di fabbrica” significa infine comprare qualcosa al prezzo corrispondente al costo della sua fabbricazione/ produzione. Sinonimi di fabbrica possono di conseguenza essere considerati: industria, officina, manifattura, cantiere, opificio, stabilimento, laboratorio, ma anche costruzione, edificio, edificazione ed opera.