Si continua a parlare dell’ex re dei paparazzi, Fabrizio Corona, arrestato qualche giorno fa insieme alla sua collaboratrice. Secondo l’accusa, avrebbe nascosto 1,7 milioni di euro in un controsoffitto e avrebbe portato in Austria circa 900mila euro, depositati in un conto corrente. A Mattino Cinque, per la prima volta, ha parlato Don Mazzi, l’uomo che ha curato Corona una volta uscito dal carcere: “Nei quattro mesi in cui è stato nella mia comunità, si è comportato come tutti gli altri. Non ho dovuto fare nessuna fatica. I problemi di Corona, però, non si possono risolvere in galera. Va curato. Con l’aiuto di uno psichiatra avremo tirato fuori un Corona diverso. Quello che va in tv, che ostenta sicurezza che non tornerà più in carcere, fa ridere anche i pali del telefono”.

Fabrizio Corona è stato nella comunità di Don Mazzi

Don Mazzi è fiducioso sul futuro di Fabrizio Corona: “L’ho seguito tanto tempo in cella. Si possono rieducare delle persone in maniera più umana, positiva e civile. Fuori dal carcere. Lui è entrato subito nel clima della comunità, si alzava, faceva un’ora di educazione fisica. Lavorava cinque ore, puliva i cessi, ha fatto il suo dibattito e la riflessione. Pensavo che potessimo lavorare di più. Ci vuole pazienza perchè sono ragazzi che devono ricostruire la propria identità” ha concluso.