Ancora guai per l’ex agente fotografico Fabrizio Corona che – come ricorderete – è stato accusato di intestazione fittizia di beni: nell’appartamento di una sua collaboratrice sono stati rinvenuti 1,7 milioni di euro nascosti in un controsoffitto oltre a circa 800mila euro custoditi in un conto corrente in Austria. Adesso la Procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio per Corona, che è tornato in carcere lo scorso 10 ottobre mentre era in affidamento in prova ai servizi sociali.

Ancora guai per Fabrizio Corona

L’udienza preliminare, nella quale è imputata anche Francesca Persi, la sua storica collaboratrice e quella che viene ritenuta dagli inquirenti come la prestanome dell’ex re dei paparazzi, è stata fissata per il 14 dicembre dal Gup Laura Marchiondelli che dovrà decidere se mandare a processo Fabrizio Corona.

Per Fabrizio Corona è solo una questione fiscale

L’ex agente dei vip, Fabrizio Corona, a novembre, interrogato dal pm Paolo Storari, si era difeso dicendo che, in realtà, si trattava soltanto di una “questione fiscale” e che c’era tutta la volontà di voler dichiarare quei soldi al fisco.

A supportarlo sono rimaste la madre Gabriella e la fidanzata che più volte hanno chiesto di non far passare Fabrizio Corona né per un mafioso né per un delinquente.