Le ultime indiscrezioni, diffuse dal settimanale “Oggi”, lo danno a Santo Domingo. Fino alla tarda serata di ieri, invece, la procura torinese era convinta che fosse all’estero, ma all’interno dei confini europei visto che viaggia senza passaporto. Di sicuro, per ora, c’è che la fuga di Fabrizio Corona continua. Tra il plauso dei suoi fan su Facebook, che lo esortano a non farsi acchiappare e hanno addirittura creato un gruppo tutto dedicato alla sua latitanza, e gli appelli di parenti e amici che gli chiedono di costituirsi. E sui social è perfino nato un “gruppo di preghiera” organizzato da Risposte Cristiane “per il nostro fratello Fabrizio Corona”.

Intanto i bookmaker si sono scatenati. E si scommette sulla continuazione della sua latitanza, considerata l’ipotesi più probabile, tanto che viene pagata 1,50. Meno credibile l’ipotesi di una consegna spontanea alle forze dell’ordine entro il 31 gennaio, che sulla lavagna arriva fino a 2,20. Anche perché gli iniziali 5 anni di carcere, a cui Corona (foto by Infophoto) era stato condannato dal tribunale di Milano per l’estorsione aggravata nei confronti del calciatore David Trezeguet, con la sua fuga sono saliti a 7 dopo che per lui è stato spiccato un mandato di cattura internazionale.