Il sostantivo maschile faccendino costituisce un termine di uso regionale (tipico del centro Italia ed in particolare della Toscana) e viene generalmente utilizzato per definire una persona che cerca di mettere la bocca e le mani in ogni cosa: in altre parole, un ficcanaso. Esattamente come ‘sfaccendato’, ‘faccendone’, ‘faccendiere’, o ‘faccenduola’, faccendino deriva dalla parola ‘faccenda’ (a sua volta dal lat. facienda = ‘cose da farsi’, gerundivo neutro pl. di facĕre = ‘fare’). Il suo significato può quindi essere reso con “persona che si dà da fare”, ovvero un impiccione, un ficcanaso. Vengono infatti così definite le persone indiscrete, che per curiosità hanno la tendenza a ficcare il naso dappertutto, intromettendosi nelle faccende altri, anche quando non le riguardano. Altri sinonimi di faccendino possono di conseguenza essere considerati: intrigante (nel senso di intrigarsi d’ ogni cosa), indiscreto, indelicato, importuno, invadente, impiccione, armeggione, ma anche pettegolo e curioso. Contrari di faccendino sono invece gli aggettivi riservato e discreto. Il termine può infine essere usato in funzione di aggettivo in espressioni quali “gente faccendina” o “persona faccendina”.