Si è reso necessario un atterraggio d’emergenza per un volo di Alaska Airlines, partito da Seattle e diretto a Los Angeles, negli Stati Uniti. A soli 14 minuti dal decollo, infatti, l’aereo ha dovuto invertire la rotta e tornare al Tacoma International Airport. Nessun guasto tecnico, tuttavia, bensì un incidente decisamente insolito.

Stando a quanto riportano le fonti locali, un dipendente addetto al carico e scarico delle merci si sarebbe addormentato all’interno della stiva del velivolo, rimanendone intrappolato poco prima del decollo. Probabilmente svegliatosi in volo, l’equipaggio avrebbe udito urla e colpi provenire dall’area cargo, optando così per un atterraggio d’emergenza. «Il dipendente stava bene, è stato trasportato in ospedale per precauzione», spiegano dalla compagnia aerea. «Stiamo attivamente indagando il caso. All’uscita, ha raccontato alle autorità di essersi addormentato».

Fonte: Washington Times