Era beneficiario di un assegno di sussidio, poiché malato e impossibilitato a muoversi di casa. Una storia come tante fra coloro che sono costretti a convivere con le più svariate patologie croniche, peccato però si trattasse di un falso. È quanto accaduto in Inghilterra, dove un finto malato è stato colto in fallo mentre si prestava come spogliarellista in un night club.

Era conosciuto nell’ambiente come lo “stripping ninja”, ovvero il ninja dello spogliarello, poiché indossava una maschera che ne manteneva l’identità celata. Ed è forse tramite che questo stratagemma che un cinquantunenne inglese ha mantenuto per qualche tempo una doppia vita: malato di giorno, sexy intrattenitore la notte. Il Dipartimento per il Lavoro e le Pensioni locale, tuttavia, ha scoperto l’arcano, denunciandolo e bloccando il sussidio elargito. Così ha spiegato il procuratore Malcolm Isherwood: «L’uomo ha sempre detto di essere ansioso, soprattutto nelle circostanze sociali, e di non poter socializzare con gli altri a causa dell’ansia. Tuttavia, il Dipartimento del Lavoro e delle Pensioni ha cominciato un’indagine e ha scoperto come stesse lavorando come ballerino burlesque, oltre che a posare come modello nudo per delle classi d’arte». L’uomo è stato condannato a prestare la propria manodopera per lavori socialmente utili, di cui 150 ore non pagate.

Fonte: Metro