Una famiglia di etnia rom composta da padre, madre e due figli è stata trovata dai carabinieri di Porto Cervo mentre occupava abusivamente la Villa Le Grazie, residenza che una volta fa casa delle vacanze estive di Roberto Formigoni.

I quattro avevano deciso di trascorrere qualche giorno di relax nell’alloggio che sarebbe stato occupato dall’ex presidente della Regione Lombardia.

Tuttavia dopo la prima notte ecco arrivare i militari, che hanno costretto il nucleo a lasciare l’immobile che sorge sulle colline che affacciano sulla Costa Smeralda, di proprietà Alberto Perego.

A dare l’allarme una domestica, incaricata di sistemare la casa per l’arrivo di alcuni ospiti. La famiglia rom di origini slave, residente a Nuoro, sarebbe entrata direttamente dall’ingresso principale, senza necessità di forzare alcuna serratura, eludendo anche i sistemi di sicurezza.

Stando alle prime analisi degli inquirenti non sembra che sia stato rubato nulla dall’edificio di lusso, che vanta un totale di tredici stanze, otto bagni, e un ampio solarium con piscina.

I due genitori, che sono stati denunciati per occupazione abusiva di immobile, hanno giustificato il reato affermando che “anche i nostri figli hanno diritto ad una vacanza al mare”. La proprietà  è finita al centro dell’inchiesta giudiziaria riguardante la Fondazione Maugeri e un tempo sequestrata dal tribunale di Milano.