Si è da poco concluso il discorso di incoronazione del nuovo Re di Spagna Felipe VI, che segue l’abdicazione del padre Juan Carlos, il quale  ha così posto fine a un regno che durava da ben 39 anni.

Come previsto per Madrid è stata una giornata di grandi celebrazioni e di festa, con il centro della città decorato con migliaia di bandiere della nazione. La cerimonia ufficiale, però, si è tenuta in modo volutamente austero, per adeguarsi alle misure prese per fronteggiare la grave crisi economica in cui versa lo stato.

Il rito di giuramento sulla Costituzione, svoltosi in Parlamento, ha visto un Felipe visibilmente emozionato, accompagnato dalla consorte Letizia e le due figlie Leonor e Sofia, future eredi al trono, che invero sono sembrate poco interessate al momento storico vissuto al momento.

Inno nazionale e onori militari, applausi scroscianti da parte dei membri dei parlamentari, ma anche l’assenza del padre Juan Carlos, che ha deciso di non adombrare il solenne rito che ha visto protagonista il figlio. Questi gli elementi principali dell’evento.

Nel suo discorso Felipe VI, che ufficialmente era già regnante dalla mezzanotte, ha dichiarato di voler onorare la Spagna, consapevole che la monarchia debba essere simbolo dell’unità del Paese, e quindi debba saper garantire stabilità e convivenza civile. Per fare ciò il re dovrà guadagnarsi il rispetto e l’affetto dei cittadini. Spazio anche per un omaggio al padre e un ricordo per tutte le vittime del terrorismo e per le difficoltà che stanno attraversando i cittadini. Sorprende la citazione finale di una frase di Cervantes, all’insegna dell’umiltà e dei buoni propositi: “Nessun uomo vale più di un altro, se non fa più di un altro”.

L’anziano monarca e la compagna Sofia tuttavia si affacceranno dal balcone del Palazzo Reale per salutare i loro sudditi e i nuovi regnanti, che nel frattempo avranno percorso le principali strade di una città precedute da una parata militare.

Piccole note di colore: non è stato apposta la corona sul capo del sovrano di Spagna, dato che è troppo larga per essere indossata (e anche molto pesante, si parla di 1 kg).

Foto: Wikipedia