Aveva lasciato il corpo dell’ex fidanzata, privo di vita, nell’auto. La giovane Lucia Bellucci era scomparsa dopo una cena trascorsa proprio con lui, l’avvocato Vittorio Ciccolini, già denunciato una volta per stalking. L’auto era stata lasciata nel garage della madre di Ciccolini, 45 anni, noto avvocato di Verona. Quando i carabinieri sono andati a casa sua a prenderlo, si è messo a correre ma poi ha desistito e ha indicato dove trovare il cadavere.

Lucia Bellucci, 31 anni, marchigiana, originaria di Pergola, in provincia di Pesaro-Urbino, era scomparsa venerdì scorso da Pinzolo. I due avrebbero cenato in un ristorante di Spiazzo Rendena bevendo un paio di bottiglie di Marzemino. Vittorio Maria Ciccolini, 45 anni, laureato in Giurisprudenza all’Università di Modena, è un penalista di fama. Lucia, invece, era addetta al centro benessere dell’hotel Chalet del Brenta e titolare di un centro dimagrimento nel suo paese, Pergola.