L’arte di scegliere il luogo ideale dove costruire una casa e di creare armonia negli ambienti.

Il Feng Shui è un’arte, oltre che una scienza, di origine cinese.
Fa parte delle discipline taoiste, come la meditazione, l’astrologia e l’astronomia, la medicina, le arti marziali, che erano praticate insieme per ottenere un effetto complessivo di crescita personale e spirituale dell’individuo.


In linea generale il Feng Shui si occupa di determinare il miglior sito per la costruzione di un’abitazione, un palazzo, un tempio e la miglior sistemazione degli ambienti abitativi. Per ”ambienti abitativi” intendiamo locali, stanze, zone in cui si vive, delimitate di solito da pareti. Per raggiungere questo scopo, nel Feng Shui troviamo tutta una serie di strumenti, basati su un’esperienza di verifica e controllo di migliaia di anni.

Purtroppo in Occidente abbiamo perduto in parte la capacità innata nell’essere umano di determinare la bontà o meno della sistemazione di una casa. Infatti, non diamo un gran peso all’importanza della sistemazione dell’abitazione, dell’ufficio o del negozio, molto spesso venendo a patti con le ”necessità”. Accettiamo, ad esempio, di stare in case che non ci piacciono perché magari costano di meno.

Ma in questo modo ci procuriamo delle tensioni a vari livelli, inizialmente ormonali, per la compensazione attuata dal sistema endocrino, che potrebbero sfociare sul piano fisico (con malattie degenerative, dolori di vario tipo, debolezza, stanchezza…). Invece, se la disposizione degli spazi abitativi riflette uno schema corretto, la persona ha una maggiore resistenza fisica, una sana vita emozionale ed una ricca attività mentale.

La filosofia dell’equilibrio nell’abitare Feng Shui
SETTE CONSIGLI UTILI

* Tenete pulita la zona della porta d’ingresso, esternamente e internamente.
* Fate in modo che l’abitazione abbia una visuale ampia e gradevole sulla parte frontale.
* Evitate di tenere stanze troppo disordinate e sporche ed anche eccessivamente ordinate.
* Cercate di avere una buona illuminazione naturale in tutti gli ambienti.
* Evitate un eccesso di strumentazione elettrica nelle vicinanze del letto (televisore, sveglia, stereo, videogiochi…), soprattutto vicino alla testa.
* Evitate di posizionare grandi piante in camera da letto.
* Per quanto possibile, utilizzate un locale per un unico scopo e non mescolate le funzioni. Ad esempio, non mangiate, non studiate, non giocate, non lavorate nella camera in cui dormite: sono regole per un abitare sano.