I carabinieri di Ferrara hanno dovuto affrontare una straziante tragedia questa mattina, quando è arrivata la chiamata di un uomo di 74 anni che ha confessato l’omicidio della moglie.

I fatti in oggetto sono avvenuti in un appartamento in via Paracelso, dove è stato rinvenuto il corpo della donna di 73 anni su cui erano presenti evidenti ferite da arma da taglio.

Il reo confesso avrebbe infatti colpito più volte la consorte con un coltello da cucina, per poi finirla con delle forbici vibrate mortalmente sulla gola.

In forte stato di shock l’uomo è stato interrogato dai carabinieri, ai quali ha confessato che da qualche tempo la moglie stava affrontando gravi problemi di salute (si sarebbe trovata in stato di semiparalisi), che avrebbero provocato una brutta depressione al marito, fino a spingerlo a uccidere la donna per porre fine alle sue sofferenze.

Sul posto è intervenuta anche un’ambulanza e un’automedica, ma quando i soccorsi del 118 sono infine arrivati per la vittima oramai non c’era più niente da fare. I vicini dei due coniugi si sono dichiarati sconvolti da quanto avvenuto.

Il pensionato si è poi costituito presentandosi alla caserma dei carabinieri, che stanno cercando di determinare con precisione la dinamica dei fatti e valutare le misure da prendere.