Un’accusa davvero pesante pende sulle spalle della Ferrero. L’associazione tedesca “Foodwatch” specializzata nei test sugli alimenti ha scoperto che le barrette Kinder potrebbero essere molto pericolose per la salute dei bambini perchè contengono cioccolato potenzialmente cancerogeno.

L’azienda ha analizzato vari snack che di solito le mamme comprano ai piccoli di casa e nelle barrette di cioccolato più famose della Ferrero avrebbe constatato la presenza di un alto livello di oli minerali a base di idrocarburi saturi (Moah), spesso provenienti dagli imballaggi, dalle confezioni di cartone riciclato o dagli agenti antiaderenti utilizzati nei prodotti industriali da forno. Per l’Agenzia europea per gli alimenti quelle sostanze sono molto dannose per la salute in quanto potenzialmente cancerogene e in grado di provocare mutazioni genetiche. Dal canto suo la Ferrero pare che non abbia preso per niente bene questa storia tanto da rifiutare l’invito a ritirare le barrette dal mercato, così come ha affermato Johannes Heeg di “Foodwatch”:

“Invece di ritirare gli snack dagli scaffali e allertare i consumatori, dicono che tutto è fatto in base alle leggi“.

A parte la Ferrero, sono cadute sotto accusa anche altri due prodotti dolciari molto diffusi sul mercato: i cioccolatini della Lindt alle nocciole “Fioretto” e i biscotti al cioccolato della tedesca Rübezahl “Sun Rice“. Intanto negli ultimi giorni l’associazione tedesca dei produttori di cibo confezionato ha tranquillizzato l’opinione pubblica spezzando una lancia a favore degli snack finiti nel mirino: secondo le loro ricerche la concentrazione di oli minerali aromatici in quei prodotti rimane nella norma quindi non sussisterebbe nessun pericolo per la salute dei piccoli.