Sull’opuscolo del Ministero della Salute che – in occasione del Fertility Day – vedeva contrapporre persone bianche con “buone abitudini” a giovani di colore che bevono e fumano, tacciati di essere “cattivi compagni”, è intervenuto il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin che ha immediatamente ritirato l’opuscolo ritenuto razzista. Il Ministro “ha dato mandato ai propri uffici di accertare perché l’immagine visionata e vidimata dal Gabinetto non corrisponda esattamente a quella apparsa sul sito”.

Fertility Day, interviene il Ministro Lorenzin

E’ stata aperta anche un’indagine interna e revocato l’incarico al direttore generale per la comunicazione del Ministero della Salute. Non ha pace, dunque, il Fertility Day, previsto per domani in tutta Italia: l’appuntamento comincerà alle ore 9 con un video collegamento in diretta con le città di Bologna, Catania e Padova e con un discorso introduttivo del Ministro Lorenzin a partire dalle 9.45. Alle 10.15 al via le tavole rotonde che parleranno di politiche di prevenzione sanitaria, quindi stili di vita scorretti, fumo, alcol e abuso di sostanze ma anche delle terapie mediche e chirurgiche nell’infertilità. A Catania, invece, si parlerà di prevenzione e informazione, della diagnosi prenatale, della gestione della gravidanza e della salute del bambino.

“In relazione alle polemiche apparse sui media relative le accuse di razzismo rivolte al Ministero della Salute per una immagine contenuta in uno degli opuscoli divulgativi sulla prevenzione della fertilità predisposti per il Fertility Day, il ministro della salute Beatrice Lorenzin dichiara di aver già attivato il procedimento disciplinare e quello per la revoca dell’incarico dirigenziale nei confronti del responsabile della direzione generale della comunicazione istituzionale del suo Dicastero che ha curato la redazione e la diffusione del materiale informativo” si legge in una nota. Inoltre il “Ministro comunica di avere dato mandato ai propri Uffici di accertare perché l’immagine visionata e vidimata dal Gabinetto non corrisponda esattamente a quella apparsa sul sito”.