Oggi, 2 ottobre, si celebra la Festa dei nonni, ricorrenza civile introdotta in Italia con la Legge 159 del 31 luglio 2005, quale momento per celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società. Non a caso il 2 ottobre è il giorno in cui la chiesa cattolica celebra gli Angeli custodi. Una giornata, quindi, che vuol essere un’occasione d’incontro, e una possibilità in più per dire GRAZIE a chi ci ha cresciuto e dedicato il proprio tempo. Una giornata dedicata a tutti i nonni-angeli custodi dell’infanzia.

La Festività fu introdotta negli Stati Uniti nel 1978, durante la presidenza di Jimmy Carter, su proposta di Marian McQuade, casalinga del West Virginia, madre di quindici figli e nonna di quaranta nipoti. Impegnata sin dal 1956 in attività che la portarono a stretto contatto con gli anziani, la McQuade iniziò a promuovere l’iniziativa nei primi anni ’70, spinta da una sempre maggior convinzione del ruolo fondamentale svolto dalla relazione con i nonni, portatori di conoscenza ed esperienza, nell’educazione delle giovani generazioni. Negli Stati Uniti la festa nazionale dei nonni (National Grandparents Day) viene così celebrata ogni anno la prima domenica di settembre, dopo il Labor Day. Nel Regno Unito, introdotta nel 1990, dal 2008 viene celebrata la prima domenica di ottobre; in Canada, dal 1995, ogni 25 ottobre, mentre in Francia, i nonni e le nonne sono festeggiati ogni anno separatamente: la Festa della Nonna la prima domenica di marzo e quella del Nonno la prima di ottobre.

Nonni angeli custodi dunque, tanto più in tempo di crisi, quando, oltre a vegliare amorevolmente sui nipoti, contribuiscono attivamente all’intera economia famigliare. In Italia sono oltre 12 milioni i nonni over 65, circa il 20% della popolazione e contribuiscono ogni anno con circa 4 miliardi di euro dalle loro pensioni per sostenere figli e nipoti. Come sottolineato poi dal Segretario generale delle Nazioni Unite in occasione dell’International Day of Older Persons, celebrato ieri, “nei paesi sviluppati, entro il 2050 gli anziani saranno il doppio dei bambini, mentre nelle nazioni in via di sviluppo si prevede che il loro numero arriverà a raddoppiare”. Proprio per questo il tema designato per la Giornata Internazonale delle persone anziane 2014 è stato: “Non lasciare indietro nessuno: promuovere una società per tutti”. Un tema che vuol richiamando l’attenzione sui diversi modi di affrontare la questione dell’invecchiamento e la cruciale questione dell’inclusione degli anziani nella società.

Proprio per favorire l’incontro numerose sono le iniziative che si terranno oggi in tutta Italia a sostegno della relazione nonni-nipoti e dell’integrazione degli anziani all’interno delle famiglie. Una presenza quanto mai fondamentale, non solo per l’enorme bagaglio di esperienza di cui i nonni sono depositari, o il particolare legame affettivo che li lega ai nipoti, ma anche come fondamentale punto di riferimento in una società in cui la solidità famigliare risulta sempre più fragile. I nonni divengono figure quanto mai indispensabili nella vita di un bambino, nella sua crescita, educazione, formazione.

In occasione del 2 ottobre, quasi ogni città italiana organizza quindi eventi e manifestazioni mirati a valorizzare il ruolo dei nonni e per loro è stato anche istituito un premio speciale, consegnato ogni anno al nonno e alla nonna d’Italia dal presidente della Repubblica. Tra le tante iniziative, la città di Milano propone la visita-racconto della mostra che Palazzo reale dedica a Chagall: per i nonni e i loro nipotini (di età compresa tra i 6 e i 10 anni), su prenotazione, una visita speciale in cui si scoprirà il bambino Marc e il pittore che poi diventò attraverso le “parole dei nonni di Chagall”; a seguire, dalle 17.30 alle 19, presso le gallerie d’Italia di Piazza della Scala, un evento speciale tutto dedicato ai i nonni. A Udine si terrà una serata di grande spettacolo al Palamostre di piazzale Diacono, con lo spettacolo del gruppo teatrale “Buine Blave di Mortean”, l’intermezzo musicale del cantautore Dario Zampa e il gran finale con il bravissimo prestigiatore Lucien. A Roma, presso il Palalottomatica Eur, la terza edizione della festa dei nonni, istituita nel 2005 dal Parlamento per valorizzare la terza età. Festa grande, infine, anche a Palermo, nel Parco di Villa Trabia.

photo credit: Flavia Brandi via photopin cc