Il 17 marzo si festeggia il celeberrimo St. Patrick’s Day dedicato a San Padráigh (Patrizio), il patrono dell’Eire che cristianizzò gli irlandesi, il suo apostolato sull’isola durò trent’anni. Padráigh spiegò alla gente il concetto mistico della Trinità paragonandola al trifoglio (tre entità distinte, come le foglioline, riunite in un’unica pianta) ed ecco che il trifoglio è assurto a simbolo dell’Isola Verde. Il St. Patrick’s Day viene celebrato in tutto il mondo dalle comunità irlandesi, l’evento maggiore si svolge a Dublino e calamita centinaia di migliaia di persone. Anche negli Stati Uniti si svolgono mega-celebrazioni profondamente intessute di Heritage (eredità) e “orgoglio irlandese”. La festa ha fatto ormai il giro del mondo e anche i non-irlandesi omaggiano il St. Patrick’s.

Dopo la straordinaria esperienza dello scorso anno, a Bologna torna Irlanda in Festa, la più importante manifestazione in Europa (Irlanda esclusa ovviamente) che celebra il meglio della musica, della cucina e della cultura irlandese. Il Palanord si animerà, dal 13 al 17 marzo, delle note e dei colori d’Irlanda. Quest’anno si inizierà a festeggiare dal mercoledì 13 marzo con un programma musicale, artistico e culinario che crescerà fino all’esplosione di colori e musica di San Patrizio che quest’anno cadrà eccezionalmente di domenica! Nei cinque giorni di IRLANDA IN FESTA si alterneranno sul palco i migliori gruppi di musica folk italiani, irlandesi e del resto del mondo! Non mancherà la buona cucina. La scelta sarà come sempre tra i piatti della tradizione bolognese e i piatti tipici della “verde terra”. Al Palanord ogni sera saranno in funzione la birreria, dove non mancherà la mitica Guinness, un ristorante con menù tipico irlandese ed emiliano, un mercatino, la libreria a tema, le esibizioni di boxe e le gare di freccette. Sul palco band italiane e straniere di musica folk, mentre nel parterre sarà possibile esercitarsi nei passi di danza irlandese. Tutto ad ingresso gratuito. L’Estragon accoglierà invece i 2 concerti a pagamento con gli artisti di punta: quest’anno si tratta di ROY PACI con CORLEONE (venerdì 15 marzo) e MODENA CITY RAMBLERS (sabato 16 marzo). Ma Irlanda in Festa è anche a Treviso, Urbino, Milano, Firenze e Rimini

A Treviso la festa è il 16 e 17 marzo, con la possibilità di rivivere l’atmosfera di un antico villaggio celtico e di riscoprire usi e costumi di un tempo al suono delle cornamuse, mentre nella splendida cornice della Loggia dei Cavalieri una mostra interattiva con immagini e filmati farà riscoprire la bellezza dei paesaggi irlandesi, la storia di San Patrizio ed il coraggio di questo popolo nelle battaglie che hanno dovuto affrontare. Piazza Indipendenza sarà dedicata ai più piccoli con trucca-bimbi, palloncini e disegni da colorare, ma anche mercatini di artigianato tipico celtico. In Piazza Borsa si potranno gustare prelibatezze locali e tipiche irlandesi e, ovviamente, fiumi di Guinness

A Urbino Piazza Mercatale si animerà dal 6 al 17 marzo, delle note e dei colori d’Irlanda. Quest’anno si inizierà a festeggiare da mercoledì 6 Marzo: in ben 10 giorni di IRLANDA IN FESTA si alterneranno sul palco i migliori gruppi di musica folk italiani e irlandesi, non mancherà poi la buona cucina, grazie alla presenza di due chef provenienti direttamente dalla città di Cork, e la scelta sarà come sempre accompagnata da un’ottima pinta di Guinnes e/o Kilkenny.

A Milano saranno le Officine Creative Ansaldo ad ospitare il festival, con un cartellone ricco di concerti, appuntamenti gastronomici e danze. Venerdì 15 marzo si parte con una band vicentina che si ispira alla musica celtica e bretone, i Rondeau De Fauvel per proseguire con i celebri Tannahill Weavers, gruppo scozzese che con il suo stile etno-folk è riuscito a raggiungere la fama mondiale. Sabato 16 marzo sarà la volta della Tara School Of Irish Dance, un gruppo di danzatori e intrattenitori che balleranno sul palco e fra il pubblico per la gioia di chi vorrà imparare le tipiche danze irlandesi. A seguire, musica dal vivo con I Luf (gruppo bergamasco tra tradizione, rock e folk) e Anxo Lorenzo, artista galiziano, sperimentatore di nuove sonorità tra musica tradizionale e contemporanea. Domenica 17 marzo, per la giornata di chiusura, prima dei Kila (celebre band irlandese che ha ricevuto gli elogi di Bono Vox e Sinead O’Connor) suoneranno The Lepricorns, gruppo folk che propone live all’insegna del puro divertimento. Durante tutti e tre i giorni sarà possibile ammirare la preziosa collezione di antichi strumenti musicali della tradizione europea di Michele Sangineto. Nella giornata di domenica 17, il figlio Adriano suonerà gli strumenti esposti per proporre uno spettacolo dimostrativo di musica medievale – rinascimentale e tradizionale irlandese. La giornata prevede anche un momento dedicato appositamente ai più piccoli con animazione e giochi celtici per bambini. Nella migliore tradizione di IRLANDA IN FESTA, domenica 17, Saint Patrick’s Day, tutti i Patrizio e Patrizia potranno entrare all’OCA gratuitamente.

A Firenze si festeggia al teatro Obihall. Ad allietare i visitatori serate all’insegna del mondo irlandese a 360°, accompagnate dalla birra e ottime degustazioni. Saranno presenti stand di artigianato artistico, libri, dischi e creazioni ispirate alla tradizione celtica e sono previsti stage di danze irlandesi tenuti dai ballerini.

Roma non vengono organizzati grandi eventi legati al St. Patrick’s Day ma non mancano certo numerose iniziative: si possono trovare infatti party a tema e tanta musica dal vivo presso vari pub del centro storico come il Finnegan’s (Via Leonina 66), il Fiddler’s Elbow (Via dell Olmata 43), lo Shamrock Pub (Via del Colosseo 1c) e lo Scholars Lounge(Via Del Plebiscito 101b). Un modo diverso per festeggiare il St. Patrick’s Day è quello di vivere un pomeriggio all’insegna del cinema: domenica 17 marzo, giorno di San Patrizio, Irish Film Festa propone un focus sul cinema irlandese di animazione. Fra le iniziative, una selezione dei migliori corti prodotti nel recente passato, una lezione sulla storia dell’animazione irlandese a cura di Steve Woods, e la presentazione del lavoro di due giovani registi, Kealan O’Rourke (vincitore di IFF.6 con The Boy in the Bubble) e Nora Twomey (The Secret of Kells), entrambi attesi a Roma. Appuntamento come sempre alla Casa del Cinema.

Infine, come forse saprete, il 16 marzo si svolgerà a Roma il match Italia-Irlanda nell’ultima giornata del Torneo 6 Nazioni: sarà possibile assistere dal vivo alla partita allo Stadio Olimpico oppure mescolarsi con gli irlandesi alla fine dell’incontro per l’immancabile Terzo Tempo al Villaggio Peroni fuori dalla struttura sportiva. Tanta birra, musica e risate!