In occasione del XX Anniversario del riconoscimento della Via Francigena quale “Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa”, mercoledì 4 giugno sarà presentato a Roma il IV Festival europeo“Via Francigena Collective Project 2014”.

Dai 100.000 pellegrini che cammineranno dal tramonto all’alba da Macerata a Loreto, al Festival dei cortometraggi sulla Via “Segui il tuo passo” presieduto da Marco Muller, dal Giro d’Italia in 80 librerie, staffetta ciclistica, culturale e ambientale lungo la Francigena, fino a feste di piazza, rievocazioni, convegni, rassegne enogastronomiche, visite guidate, concerti, teatro, danza e pittura. Saranno oltre 300 gli eventi in programma in tutta Europa volti a valorizzare e a promuovere la Via Francigena e i territori attraversati dall’antico percorso, iniziative finalizzate a conferire visibilità alla diffusa sensibilità che da Canterbury a Gerusalemme lega l’Europa del risveglio, l’Europa di una attualissima civiltà pellegrina. Tema conduttore dell’edizione 2014 sarà infatti “Europa: il risveglio; un risveglio che vuol essere socialità, iniziative, turismo sostenibile e di qualità, grazie alla valorizzazione del patrimonio culturale europeo e delle tradizioni locali.

Prevista per il 21 giugno l’inaugurazione della via Francigena Toscana a Lucca, mentre Monteriggioni dal 20 al 22 giugno ospita il Festival della Viandanza, dedicato al tema viaggio lento come opportunità di cambiamento. A Gambassi Terme dal 9 al 15 giugno c’è Gambassigena, un viaggio emozionale che vede protagonisti i saperi e i sapori, raccontati con un serie di eventi nelle aziende agricole, nelle attività ricettive e in spazi pubblici e privati. Il 13 luglio squilli di chiarine e bandiere volteggianti a Volterra per il Palio della Francigena che inizia con Cammina Città, un trekking urbano alla scoperta della Volterra etrusca, romana, medievale e dei più significativi luoghi storici della città. A San Gimignano il 6-7 giungo è organizzato un weekend sulla Via Francigena Toscana, per ripercorrere lentamente a piedi un’antica strada di pellegrinaggio, mentre il 7 settembre l’escursione si sposta in Val d’Orcia lungo il percorso da Torrenieri a Montalcino, dove alla bellezza naturalistica si abbina il fascino di un grande patrimonio di storia e d’arte lungo la direttrice che nel Medioevo portava a Roma. Infine, per il 27 settembre, è prevista una giornata di trekking lungo l’antica via dei Monasteri dei Monti Pisani, tra borghi storici e luoghi di culto di straordinaria bellezza.

Il Festival “Via Francigena Collective project 2014” – il cui Direttore artistico è Sandro Polci – torna quindi a dimostrare il ruolo-chiave di un’azione di collaborazione integrata, non solo in termini di turismi, di percorsi, di emergenze artistiche, di territori e paesaggi, ma anche di istituzioni, piccole e grandi, di persone e soggetti che, con diverse competenze ma uguale impegno, lavorano per diffondere e valorizzare il piacere di un turismo “lento”, a contatto con l’ambiente, le tradizioni ed il patrimonio culturale diffuso che la Via Francigena è in grado di offrire.