Ieri mattina è giunta la notizia del malore di uno dei due marò trattenuti in India dal febbraio 2012. Massimiliano Latorre è stato infatti colpito da un lieve attacco ischemico transitorio che ha poi richiesto la partenza immediata della Ministra della Difesa Pinotti per il Paese asiatico, affinché ci si accertasse sulle sue condizioni di salute e se fossero garantite le cure adeguate al caso.

Grande preoccupazione per i familiari di Latorre (che è detenuto insieme al collega Salvatore Girone): l’attesa angosciosa di rivedere tornare a casa i propri cari, definitivamente, inizia ad essere estenuante. C’è tanta rabbia ma anche tanta voglia di non arrendersi e soprattutto di non far calare il silenzio sulla questione.

E ieri Giulia Latorre, figlia ventenne di Massimiliano, è riuscita a sollevare un polverone sui social. La ragazza, scossa non solo per tutta questa faccenda che va avanti ormai da più di due anni, ma anche dalla notizia del malore di suo padre, ha sfogato la rabbia e tutta le tensione accumulate (umano e giusto, aggiungo) scrivendo dei post molto polemici sul suo profilo Facebook.

Nel post più “discusso” – e successivamente rimosso – Giulia ha scritto che l’Italia è un Paese di merda, riferendosi al fatto che le autorità non siano ancora riuscite a riportare a casa i propri militari, nonostante sia trascorso molto tempo. In un altro post ha anche aggiunto: “L’Italia li lascia ancora li a tal punto di farli ammalare“. Gli sfoghi di Giulia sono andati avanti per alcune ore e non sono passati inosservati: molti le hanno espresso solidarietà (su Twitter è stato lanciato anche l’hashtag #maroinitaliasubito), altri ancora l’hanno criticata, tanto che ad un certo punto la ragazza ha scritto persino che stava pensando di cancellarsi da Facebook (cosa che sembrava essere avvenuta, dato che per alcune ore il suo account non è stato più visualizzabile).

Vi avevamo già mostrato il primo post pubblicato da Giulia sul suo profilo (lo potete vedere qui). In quest’altro che vi mostriamo, la ragazza conferma di aver scritto che l’Italia è un Paese di merda (la frase più criticata) e risponde ulteriormente alle accuse che le sono piovute addosso. Ricordiamo sempre che è solo una ragazza di vent’anni che sta cercando di affrontare una situazione difficile che si protrae ormai da tempo e che riguarda una delle persone più importanti della sua vita. Vi facciamo anche un”altra avvertenza: stanno girando false pagine Facebook di Giulia Latorre, è stata lei stessa a confermarlo sul suo profilo. State attenti!

Post Giulia Latorre