Paris Jackson, figlia del compianto Michael, è stata ricoverata in ospedale a Los Angeles, in seguito ad un tentativo di suicidio. La 15enne soffre di depressione, anche a causa di una lunga faida interna che sta coinvolgendo l’intera famiglia dell’ex cantante.

Paris è l’unica figlia femmina di Michael Jackson. Il sito specializzato Tmz ha riportato anche le parole di un avvocato della nonna Katherine, che ha confermato il ricovero aggiungendo: “Ha sofferto per la morte del padre”. La 15enne Paris abita a Calabasas, zona di Los Angeles, assieme ai due fratelli Prince e Blanket e la nonna Katherine: “Ha provato a togliersi la vita in passato, ma stavolta è stato molto più grave. Non era solo un grido di aiuto”. L’ambulanza sarebbe arrivata verso le due del mattino: la causa del ricovero è overdose, con la giovane che ha riportato anche svariati tagli a uno dei polsi. Debbie Rowe, la madre biologica della ragazza, allo show televisivo Entertainment Tonight ha ammesso che Paris si è tagliata le vene.

La famiglia Jackson si trova al centro di una lunga diatriba, che è sfociata in processo, contro Aeg, la società che avrebbe dovuto promuovere la tourneé That Is It del 2009. L’azienda, secondo la famiglia di Michael Jackson, è responsabile della morte del cantante e, ovviamente, come sempre sono i soldi a farla da padrona, con la famiglia che chiede 40 miliardi di danni. Da qui sono uscite una serie di voci che di certo non fanno bene alla famiglia: si è parlato di un padre che avrebbe spinto la ragazzina in una spirale depressiva, di figli non legittimi e molti altro. Questioni che hanno portato la giovane Paris a non riuscire più a gestire tutta l’attenzione mediatica.