Un libero professionista di Catania è stato accusato di abbandono di minore dopo aver lasciato il figlio di quattordici anni in aeroporto. L’uomo doveva andare in Grecia assieme al figlio ma in aeroporto il personale si è accorto che il documento del ragazzino era scaduto e quindi gli hanno impedito l’imbarco sul velivolo.

Il padre del ragazzo ha inizialmente inveito contro l’assistente di volo ma poi avrebbe deciso comunque di imbarcarsi da solo, lasciando il figlio a terra, all’aeroporto di Catania. Rimasto solo, il quattordicenne è stato preso in consegna dagli agenti della polizia di frontiera, gli stessi che avrebbero poi informato l’autorità giudiziaria su quanto accaduto.

Quando la madre del ragazzo è arrivata in aeroporto per recuperarlo, avrebbe spiegato agli agenti che lei e il padre del bambino sono separati e che al momento sarebbe toccato all’uomo trascorrere del tempo col figlio.