Una vacanza sognata tutto l’anno interrotta per un presunto caso di intolleranza. È accaduto a Pietra Ligure, in provincia di Savona, a una famiglia di Gorlago, nel bergamasco. Padre, madre e figlio sono stati allontanati da un bed and breakfast, secondo quanto dichiarato dalla donna, a causa del figlio autistico.

Il gestore del B&B: non abbiamo cacciato nessuno

La storia raccontata dalle due parti in causa è molto diversa. In comune le due versioni hanno che, dopo la prima giornata dell’8 agosto filata liscia al mare, in serata il figlio della coppia, 21 anni e affetto da autismo, ha cominciato a passeggiare nervosamente tra la camera e il bagno. A questo punto le versioni divergono. La madre del ragazzo, Cristina Rizzi, afferma che il figlio, a parte il rumore di passi, non stava infastidendo nessuno. La titolare della struttura ha però chiesto ugualmente alla famiglia di tenere sotto controllo il figlio oppure sarebbero dovuti andare via. Il gestore del B&B Profumo di Mare, Rosaria Carini, racconta invece che il ragazzo urlava in maniera incontrollata, occupava l’unico bagno a disposizione degli ospiti, e dopo aver bussato alla porta della camera ha semplicemente chiesto ai genitori di tenerlo sotto controllo.

A quel punto ho riferito di aspettare il giorno dopo per valutare la situazione, loro si sono inalberati ed è iniziata una discussione e alla fine hanno deciso di andar via la sera stessa, noi non abbiamo cacciato nessuno.

La madre del ragazzo afferma che, in fase di prenotazione, i gestori della struttura erano stati avvisati che il figlio era autistico, e la signora Carini ha risposto affermando che proprio il fatto di aver accettato di ospitarli dimostra che non hanno alcun preconcetto.

Penso sia stupido far credere di poter offrire un servizio che non si è invece in grado di garantire: vorrei che la titolare ammettesse di essersi comportata in maniera poco corretta. Sono davvero amareggiata dal fatto che, ancora oggi, ci sia gente che non si sappia rapportare con la diversità

ha concluso la signora Rizzi.