Sono due le vittime di un’aggressione avvenuta questa mattina a Firenze, in circostanze ancora poco chiare, mentre una terza persona è riuscita a fuggire in modo rocambolesco salvandosi la vita, pur ferita.

Intorno alle 7 di questa mattina la polizia ha infatti rinvenuto due cadaveri in un appartamento sito in via Fiume, poco distante dalla stazione centrale di Santa Maria Novella, mentre la terza vittima dell’aggressione si è messa in salva lanciandosi della finestra della casa.

Nell’abitazione sono stati trovati i corpi di una donna e un transessuale, entrambi con evidenti segno di accoltellamento: le forze dell’ordine accorse sul posto dopo essere stati allertati da vicini, i quali avevano udito le grida delle vittime, hanno subito dato il via a una caccia all’uomo che per ora non ha dato risultati.

Mentre il transessuale è stato rinvenuto all’interno dell’appartamento, la donna di origini domenicane è stata invece trovata esanime lungo le scale del palazzo, per poi spegnersi in ospedale dove era stata trasportata d’urgenza. Sul luogo sono poi arrivati gli uomini della scientifica dell’Arma dei Carabinieri e il pm Daniela Ceto che si occuperà del caso.

Dalle prime testimonianze delle persone che hanno assistito a parte della scena l’uomo che è riuscito a scappare dovrebbe essere un cittadino italiano. Saranno indispensabili le dichiarazioni della donna che è riuscita a salvarsi per venire a capo dell’omicidio.