Sono stati rinvenuti tre cadaveri dai vigili del fuoco che hanno fatto irruzione in un appartamento di Firenze, nella periferia di Brozzi. Si tratta di una coppia anziana (Guerrando Magnolfi di 84 anni e la moglie Gina di 82) e della figlia disabile, Sabrina di 44, tetraplegica, deceduti per colpi d’arma da fuoco.

L’uomo ha ucciso la figlia disabile

Confermata l’ipotesi dell’omicidio-suicidio. L’uomo, infatti, avrebbe prima ucciso la moglie e la figlia disabile con un fucile da caccia (già sequestrato in quanto ritenuto l’arma del delitto, ndr) e poi si sarebbe suicidato. Alla base del gesto la disperazione dell’uomo per le condizioni di salute in cui versava la figlia Sabrina, tetraplegica. Ritrovato anche un biglietto in cui l’assassino ha spiegato i motivi del tragico gesto.

A dare l’allarme alcuni amici di famiglia che non riuscivano a mettersi in contatto con la coppia di anziani.